“Il nostro presente in Azienda”

Le cassette del nostro kiwi a polpa gialla. La nostra visione del futuro è di aumentare la produzione e la qualità

L’azienda nei propri terreni coltiva prevalentemente kiwi ed in particolare kiwi a polpa gialla “Sungold Zespri”. All’interno della propria area, è collocato un magazzino per lo stoccaggio, la frigo-conservazione e la lavorazione del prodotto kiwi. Da anni – sin dal primo raccolto – la Sant’Eufemia vende la propria intera produzione alla società ZESPRI (www.zespri.com), leader mondiale nel mercato del kiwi giallo e non, che solo dopo un attenta verifica del rispetto degli standard qualitativi da loro imposti al fine di garantire la qualità del loro prodotto su tutto il mercato mondiale, autorizza alla fase finale di vendita.

Le finalità che la Società persegue sono quelle di promuovere il ricorso a pratiche colturali e a tecniche di produzione e di gestione dei residui che tutelino l’ambiente e favoriscono la biodiversità, con il chiaro obiettivo di migliorare l’offerta dei prodotti ortofrutticoli associati. Finalità che si sposano perfettamente con la nostra visione del futuro.

“Non solo kiwi”

L’agricoltura a Sant’Eufemia è fatta con amore, rispetto e fatica. Sono questi i valori che animano le giornate di chi ci si dedica e quegli stessi valori si vogliono trasmettere alle generazioni future. La terra ripaga con frutti meravigliosi il lavoro e la fatica degli uomini, frutti che possono rappresentare un’eccellenza italiana e locale.

Recentemente sono stati impiantati in due diverse fasi 30 ettari di vigneto, ripartiti in 15 ettari di vitigni internazionali (Shiraz, Chardonnay, Sauvignon) ed altrettanti ettari di vitigni autoctoni (Bellone, Malvasia puntinata del Lazio), oltre a 4 ettari di vermentino. Attualmente si è vinificato presso l’azienda agricola biologica “La luna del Casale”. Tre le bottiglie che nasceranno contiamo due vini bianchi (Bellone in purezza per l’Ultimo Colle, Malvasia puntinata del Lazio in purezza per il VentiNove) ed un rosso (Merlot in purezza per il Fiammingo). Paolo Peira è l’appassionato enologo che sta curando la realizzazione di queste prime bottiglie.

Sulle nostre terre erano già presenti ulivi che abbiamo provveduto a rendere biologici e che oggi producono un piccolo ma prezioso quantitativo di olio biologico, Olì.

In azienda ci dilettiamo diffondendo la cultura dell’allevamento domestico degli animali da cortile. Le oche sono le nostre predilette!

Merlot biologico, caratterizzato dalla sua bacca nera che tanto attira i merli, la nostra visione del futuro comprende il miglioramento delle tecniche produttive di questa tipologia di uva

La nostra visione del futuro

“Affronteremo le sfide future grazie alla chiarezza con cui guardiamo i nostri obiettivi”

Il nostro kiwi giallo, la nostra visione del futuro vede Agricoltura biologica Italiana leader al mondo
Il nostro kiwi verde hayward, la nostra visione del futuro vede un approvvigionamento delle acque dell'energia totalmente in autonomia e tecnologie rinnovabili

Il futuro ci riserva delle sfide che siamo pronti ad affrontare grazie alla chiarezza con cui guardiamo ai nostri obiettivi. La realizzazione di una cantina vinicola all’interno dell’azienda in cui poter vinificare le nostre uve è il primo tra questi. Non riveste però minore importanza la volontà di realizzare un bacino di raccolta delle acque piovane per non essere più costretti ad approvvigionarci dalle falde acquifere per l’irrigazione del kiwi bensì attingendo dal bacino interno, risparmiando risorse preziose per l’ecosistema. Da ultimo, vorremmo riuscire a concretizzare un impianto per la produzione di energia da fonti alternative quali i tralci prodotti dai vigneti e dai frutteti di kiwi.

Sicuramente l’agricoltura rappresenta per la nostra area geografica un importante settore, un volano per lo sviluppo locale. Lo è stato nel passato, lo potrà essere ancor di più nel futuro, se riuscissimo a comprendere tutti, che lo sforzo deve essere verso una agricoltura di qualità finalizzata alla cura dei territori, alla tutela delle risorse idriche ed ambientali, alla coltivazione di prodotti che devono essere riconosciuti come eccellenze nel gusto e nella qualità. Dobbiamo diventare leader nel mondo così come lo siamo per altri non meno nobili settori come l’arte, la moda, il vino. Sono molti e molti altri i prodotti che meritano tali posizioni di prestigio nel mondo.